acquistometalloraro

Sep 21, 2013 at 20:03 o\clock

I Lingotti D’oro Inglesi E La Regina Elisabetta

I lingotti d’oro Inglesi delle riserve auree Britanniche situati nella banca centrale  della city hanno avuto due visitatori d’eccezione, niente di meno della regina Elisabetta d’Inghilterra e il principe Filippo hanno varcato la soglia dei Caveau sotterranei durante la visita alla sede della banca centrale inglese, uno dei luoghi sacri della finanza della City Londinese, così la regina Elizabetta ha sfilato invece che in mezzo alle solite ali di folla in mezzo a migliaia di lingotti d’oro d’oro puro di 13 chilogrammi ciascuno, allineati uno sull’altro. 

Il grande valore delle riserve auree presenti non ha comunque fatto distogliere la regina dal difficile momento economico che anche l’Inghilterra sta attraversando e cogliendo l’occasione di avere intorno una esclusiva selezione di esperti finanziari non si è fatta sfuggire l’opportunità di chiedere delucidazioni su come nessuno fosse riuscito a prevedere la profonda crisi economica che tanto sta facendo paura per la tenuta economica di molti stati, soprattutto quelli occidentali tradizionalmente più legati alle sorti delle borse finanziarie. 

Uno degli esperti presenti ha risposto ai reali dicendo che nessuno credeva che il rischio di un fallimento globale colossale fosse amministrato con la leggerezza che poi si è rivelata tale e che il sistema finanziario diventato troppo interconnesso ha innescato una specie di effetto domino trascinando dentro la crisi molti paesi, la regina Elisabetta continuando la sua osservazione ha detto forse c’è stat un pò di trscuratezza da parte degli organi competenti preposti al controllo. 

In realtà ciò che è mancato per arginare gli effetti della crisi è stata la mancanza di un reale potere di veto sulle operazioni delle banche che hanno continuato ad indebitarsi su livelli ben al di sopra della soglia di sicurezza, consapevoli che nessun organo di controllo fosse in grado di limitarne e punirne operazioni avventate e rischiose, al simpatico teatrino ha partecipato anche il principe Filippo, consorte della Regina, che ha chiesto agli esperti se per caso ci fosse un’altra crisi in arrivo e si è raccomandato che si adoperino perchè non ne faccino scoppiare un’altra, speriamo che tali osservazioni pronunciate dagli stessi reali d’Inghilterra siano prese in parola dagli alti piani della finanza e che evitino ulteriori rischiosi indebitamenti per il futuro.